• crtf salerno
  • cardiologi salerno
  • cardiologi salerno

Ozonoterapia

Trattamento del Dolore Vertebrale, Lombosciatalgia, Ernia del Disco

Ozonoterapia intradiscale
  • Che cos'è l'ernia del disco?

L'ernia è una patologia ampiamente conosciuta e diffusa responsabile di sintomatologie dolorose ed invalidanti.
Essa consiste nella fuoriuscita del nucleo polposo (centrale) attraverso l'Anulus fibroso (periferico) con conseguente compressione delle radici nervose della colonna vertebrale.

 

  • Come si manifesta?

Classicamente l'ernia del disco si manifesta in due tempi successivi: dolore lombare o lombalgia (mal di schiena) a cui col tempo si associa la sciatica, o dolore lungo la faccia posteriore dell'arto inferiore, fino alla pianta o al dorso del piede. Il dolore all'esordio può essere improvviso e violento, tanto da meritarsi il nome di "colpo della strega".

 

  • Qual' è il meccanismo d'azione dell'ozono?

L'ozono è da tempo conosciuto per le sue proprietà antisettiche, ossigenanti sui tessuti periferici, antinfiammatorie ed analgesiche. Quando è a contatto con il disco intervertebrale, l'ozono permette la liberazione d'acqua dai mucopolisaccaridi presenti nel tessuto discale.
Tale fenomeno determina una diminuzione di volume del disco con conseguente riduzione della compressione sulla radice nervosa.
Il trattamento con l'ozono su pazienti selezionati presenta un'alta percentuale di successo (dal 75% al 90% in casistiche differenti), che in molti casi provoca, oltre alla guarigione clinica, una riduzione dell'ernia, apprezzabile nei controlli TC e/o RM a distanza di tempo.

 

  • Come si esegue la chemiodiscolisi?

Si somministra un gas (miscela di ossigeno O² e ozono O³), sotto controllo TC, direttamente all'interno del disco vertebrale (discolisi).
La sua esecuzione richiede un equipaggiamento di sala operatoria e il rispetto dell'asepsi.
Dopo aver effettuato l'anestesia locale, si introduce per via percutanea posteriore, un sottile ago millimetrato fino a giungere nello spessore del disco intervertebrale. Si esegue uno studio TC di controllo per documentare l'esatta posizione dell'ago stesso.
Si iniettano quindi pochi centimetri cubi di miscela gassosa a sede intradiscale e paragangliare seguiti da somministrazione di farmaci analgesici-antinfiammatori in regione periradicolare. Dopo la procedura il paziente va tenuto in riposo supino per circa un paio d'ore: ciò permette al gas di restare in sede per un tempo sufficiente

 

Non esitate a contattare la segreteria del C.R.T.F. per chiedere maggiori informazioni allo 089 441103

C.R.T.F. CENTRO DI RADIOLOGIA E TERAPIA FISICA SRL
RADIOLOGIA : VIA ATENOLFI 42-46 - CAVA DE' TIRRENI
FKT : VIA O. DI GIORDANO 15 - CAVA DE' TIRRENI

C.R.T.F. CENTRO DI RADIOLOGIA E TERAPIA FISICA srl | 42/46, Via P. Atenolfi - 84013 Cava De' Tirreni (SA) - Italia | P.I. 02180810653 | Tel. +39 089 441103 | Fax. +39 089 9321106 | info@crtf.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite